immagine Venerdì 16 marzo la solenne Messa in si minore di Johann Sebastian Bach

Venerdì 16 marzo la solenne Messa in si minore di Johann Sebastian Bach

In prossimità delle celebrazioni pasquali, venerdì 16 marzo alle 20.45, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine propone al suo pubblico uno dei massimi capolavori della musica sacra: la solenne Messa in si minore di Johann Sebastian Bach, che mancava dalla programmazione dal 2006.

L’esecuzione su strumenti d’epoca di quello che è considerato universalmente uno dei massimi monumenti della musica occidentale sarà affidata a Kammerchor e Barockorchester Stuttgart guidati da Frieder Bernius, autorevole e premiato esperto del repertorio bachiano che di entrambe le compagini è fondatore e mentore.

Sempre venerdì 16 marzo, ma alle 17.30, il pubblico sarà guidato all’ascolto della Messa in si minore nella conferenza dal titolo “Una porta dischiusa per l’incontro col Divino” a cura di un commentatore d’eccezione quale è Don Alessio Geretti, direttore dell’ufficio catechistico e responsabile della pastorale della Cultura dell’Arcidiocesi di Udine. Si tratterà di una lettura mistica, cioè musicologica e teologica al tempo stesso, del capolavoro che il Maestro di Lipsia concluse un anno prima della morte, nel 1749 (ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili).

Fondata da Frieder Bernius nel 1985 e regolarmente invitata ai festival internazionali, la Barockorchester Stuttgart è una formazione di solida matrice tedesca con musicisti scelti fra i maggiori specialisti del repertorio del XVII secolo. Punto focale del repertorio della Barockorchester è il recupero delle opere settecentesche (Rameau, Jommelli, Naumann, Gluck) così come la riscoperta di tesori musicali della regione sud-ovest tedesca (Kalliwoda, Knecht, Holzbauer). Diversi Cd della Barockorchester Stuttgart hanno vinto premi discografici, tra i quali la Messa in si minore di Bach, il Requiem, di Mozart, una registrazione delle Messe di Jan Dismas Zelenka, e le bachiane Passione secondo Matteo e la Cantata “Ein feste Burg”.

Altrettanto estesa la fama del Kammerchor Stuttgart, ensemble elogiato dalla critica per la bellezza della vocalità e la purezza dell’intonazione «Nessun superlativo è sprecato nell'elogiare questo Coro» ha scritto “Die Zeit” a proposito di questa celebrata formazione, il cui repertorio spazia dal XVII al XXI secolo e la cui reputazione internazionale si manifesta nei ripetuti inviti al World Symposium for Choral Music, e in tour in Asia, Nord e Sud America.

In qualità di solisti spiccheranno il soprano Johannette Zomer, il controtenore David Allsopp, il tenore Jan Kobow e il basso Christian Immler, anch’essi accreditati interpreti della musica di Johann Sebastian Bach.

Biglietteria del Teatro aperta dalle 16 alle 19 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi). L’acquisto dei biglietti è possibile anche al temporary ticket store del teatro attivato alla Libreria Feltrinelli di via Canciani a Udine (tutti i mercoledì dalle 10 alle13 e dalle 13.30-alle 18) e online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it e nei punti vivaticket. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.

 

 

martedì 13 marzo 2018
arrow
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Cliccando sul tasto "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto