immagine Il violinista superstar Joshua Bell e la Frankfurt Radio Symphony insieme al Giovanni da Udine per un nuovo concerto-evento

Il violinista superstar Joshua Bell e la Frankfurt Radio Symphony insieme al Giovanni da Udine per un nuovo concerto-evento

Mercoledì 15 marzo alle ore 20.45 i riflettori del Giovanni da Udine si accenderanno su un nuovo, attesissimo appuntamento con i capisaldi della musica sinfonica e i migliori complessi e solisti internazionali.

Sul palcoscenico friulano giungeranno infatti la Frankfurt Radio Symphony e il violinista statunitense Joshua Bell per un viaggio emozionante nella letteratura sinfonica romantica e del primo Novecento, da Felix Mendelssohn a Gustav Mahler.
Per entrare ancor più nel mood di questo imperdibile concerto, alle 17.30 nel foyer del Teatro sarà possibile assistere a un incontro a ingresso libero con il musicologo e divulgatore Maurizio Biondi incentrato proprio sulla maestosa e struggente Quinta Sinfonia di Mahler che sarà eseguita più tardi in sala.
Il concerto di mercoledì 15 marzo, che vedrà affiancati per la prima volta al Teatro Nuovo la compagine tedesca guidata dal suo direttore, il fuoriclasse del podio Andrés Orozco-Estrada, e Joshua Bell, ha in sé numerosi elementi di eccezionalità. Al profilo eccelso della Frankfurt Radio Symphony – ottantasette anni di successi in tutto il mondo e riconoscimenti internazionali, molti dei quali attribuiti alla corposa produzione discografica – farà infatti da contrappunto la perfezione innata di uno dei più applauditi violinisti viventi: un incontro artistico di rara magia dedicato al romanticismo felice di Mendelssohn – in programma c’è infatti il suo concerto per violino e orchestra op. 64 - cui seguirà uno dei cavalli di battaglia della formazione tedesca, la Sinfonia n. 5 di Gustav Mahler, ulteriore tassello del percorso dedicato dal Giovanni da Udine all’opera sinfonica completa del grande compositore mitteleuropeo.
Joshua Bell si esibirà con il suo Gibson Stradivari del 1713, strumento di eccezionale valore e dalle caratteristiche sonore uniche. Artista geniale ed eclettico, capace di passare dal repertorio classico a quello pop con la stessa strepitosa maestria interpretativa, Bell ha collaborato con i più grandi nomi della musica interpretando con il suo strumento anche numerose colonne sonore di film celeberrimi. L’evento che forse ha contribuito maggiormente a trasformare la sua reputazione in quella di star planetaria è stata la sua performance in incognito nella metropolitana di Washington DC. Sposando il progetto del giornalista Gene Weingarten del Washington Post, Bell nel 2007 suonò per 47 minuti fingendosi suonatore di strada. Soltanto sette persone si fermarono ad ascoltarlo e 27 gli lasciarono poco più di una trentina di dollari. Un solo passante lo riconobbe. Pochi giorni prima, con un repertorio molto simile, Bell si era esibito a Boston in un teatro sold out. La storia valse a Weingarten il premio Pulitzer ed ha dato luogo ad una accesissima discussione internazionale che è proseguita negli anni ed ha ispirato, nel 2013, la pubblicazione del libro per bambini ‘The Man with the Violin’ di Kathy Stinson.
Fondata nel 1929, la Frankfurt Radio Symphony è stata diretta nel corso della sua applaudita attività da alcuni dei più celebri direttori d’orchestra del mondo e ha visto accrescere la sua già considerevole fama internazionale grazie alle registrazioni fortemente innovative realizzate sotto la guida del direttore Andrés Orozco-Estrada, che hanno fissato nuovi livelli esecutivi nel repertorio Romantico e Tardo Romantico, portando l’orchestra ad essere considerata un vero modello nell’esecuzione di Mahler e Bruckner. Questa prestigiosa tradizione musicale, iniziata da Eliahu Inbal, si è accresciuta con i Direttori Musicali Dmitri Kitaenko e Hugh Wolff e grazie alla collaborazione costante con Paavo Järvi, che riveste attualmente la carica di Conductor Laureate.
 
 
martedì 14 marzo 2017
arrow
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto