immagine Il 16 novembre 2017 alle 20.45 il concerto della compagine più famosa e blasonata di Spagna

Il 16 novembre 2017 alle 20.45 il concerto della compagine più famosa e blasonata di Spagna

RITMI ANDALUSI E CALDI TIMBRI MEDITERRANEI: L’ORQUESTA NACIONAL DE ESPAÑA IN ARRIVO AL GIOVANNI DA UDINE

Sul podio il giovane e già affermatissimo direttore David Afkham, al pianoforte brillerà invece la stella di Juan Pérez Floristán. Sempre il 16 novembre alle ore 17.30 in foyer, il musicologo e saggista Maurizio Biondi introdurrà il programma della serata nella conferenza a ingresso libero dal titolo “Suoni di Spagna: echi e sogni di un altrove”.

Sempre il 16 novembre alle ore 17.30 nel foyer del Teatro, il musicologo e saggista Maurizio Biondi introdurrà il programma della serata nella conferenza a ingresso libero dal titolo “Suoni di Spagna: Echi e Sogni di un altrove”

Il caldo timbro mediterraneo è l’elemento caratterizzante dell’Orquesta Nacional de España attesa sul palcoscenico del Teatro Nuovo Giovanni da Udine con il suo carismatico direttore di origini persiane, il giovane ma già affermato David Afkham, giovedì 16 novembre con inizio alle ore 20.45.

Quattro i capolavori del primo Novecento storico in programma nel concerto udinese, realizzato grazie al sostegno della Fondazione Friuli ed unica data in tutta Italia per poter ascoltare dal vivo questa straordinaria compagine: la Rapsodie espagnole – il più articolato fra i numerosi brani che Maurice Ravel ha dedicato alla Spagna, paese amatissimo e familiare – e le voluttuose Noches en los jardines de España di Manuel de Falla.

A trasportarci nel mèlos andaluso sarà il pianista sivigliano Juan Pérez Floristán vincitore, fra gli altri, del concorso internazionale Paloma O’Shea di Santander. In chiusura, l’evocativa Iberia di Claude Debussy e il ritmo coloratissimo della suite da L’oiseau de feu, opera cardine dell’eccezionale esperienza creativa di Igor Stravinskij.

L'Orchestra Nazionale di Spagna è stata fondata nel 1937 durante la Guerra Civile Spagnola per poi essere ricostituita nel 1942. Da allora, la sua attività concertistica è stata ininterrotta ed intensa: organizza una stagione attiva a Madrid, si esibisce nei principali Festival spagnoli ed effettua tournée in tutta la Spagna, in Europa, in America e in Asia. Grandi maestri sono stati invitati come suoi direttori ospiti - tra questi Zubin Mehta, Riccardo Muti, Yuri Temirkanov, Gustavo Dudamel – e infinito l’elenco dei più grandi solisti vocali e strumentali della seconda metà del XX secolo che con lei hanno collaborato: da Arthur Rubinstein a Yehudi Menuhin, Mstislav Rostropovich, James Galway, Victoria de los Ángeles, Jessye Norman, Gundula Janowitz, Teresa Berganza. Un elenco che continua fino ai giorni nostri con i più rinomati solisti della scena internazionale negli ultimi decenni: Franz Peter Zimmermann, Lang Lang, Hillary Hahn, Elisabeth Leonskaja, Jean Yves Thibaudet, Christian Zacharias, i fratelli Capuçon, Joshua Bell, Javier Perianes, Truls Mork, Gil Saham, Yuja Wuang, Anne-Sophie Mutter, Janine Jansen, Iván Martín, Anoushka Shankar, Sol Gabetta, Maria João Pires, Anne Sophie von Otter o Joaquín Achúcarro. Nel settembre 2014 l’Orchestra e il Coro nazionali di Spagna hanno creato una propria etichetta discografica.

Direttore principale dell’Orchestra e del Coro Nazionali di Spagna è David Afkham, in forte ascesa come direttore ospite con alcune delle migliori orchestre e teatri lirici del mondo. Fra gli impegni più importanti delle prossime stagioni vi è il debutto con la Chicago Symphony, la NHK Symphony e la Philharmonie di Oslo, nonché progetti di rinnovata collaborazione con la Filarmonica di Monaco, Wiener Symphoniker, Radiofonica svedese, Rotterdam Philharmonic (incluso un tour di Corea e Cina), Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia, Orchestre National de France, Sinfonica di Göteborg e Sinfonica della Radio di Francoforte. Vincitore del Primo Premio e del Premio del Pubblico al Concorso Pianistico Internazionale "Paloma O'Shea" di Santander e del Primo Premio del Concorso Steinway di Berlino (2015), nonché del “Premio Honorifico Juventudes Musicales” di Madrid per la sua carriera, Juan Pérez Floristán è già un faro tra le nuove generazioni di musicisti spagnoli ed europei.

 

Biglietteria del Teatro aperta dalle 16.00 alle 19.00 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi). L’acquisto dei biglietti è possibile anche al temporary ticket store del teatro attivato presso la Libreria Feltrinelli di via Canciani a Udine (tutti i mercoledì, orario 10.00-13.00 e 13.30-18.00 escluso dicembre), online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it e nei punti vivaticket. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard. Ancora disponibili pochissimi abbonamenti al turno B che partirà proprio con l’appuntamento del 16 novembre (esauriti invece gli abbonamenti a tutti e 10 i concerti e al turno A). 

 

ORQUESTA NACIONAL DE ESPAÑA

DAVID AFKHAM direttore

JUAN PÉREZ FLORISTÁN pianoforte

 

Maurice Ravel

Rapsodie espagnole

 

Manuel de Falla

Noches en los jardines de España

 

Claude Debussy

Ibéria, da Images, terza serie

 

Igor Stravinskij

L’oiseau de feu (Suite 1919)

mercoledì 15 novembre 2017
arrow
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto