immagine Al Teatro Nuovo i capolavori della lirica: il 2 febbraio Nabucco di Verdi, a maggio Madama Butterfly di Puccini

Al Teatro Nuovo i capolavori della lirica: il 2 febbraio Nabucco di Verdi, a maggio Madama Butterfly di Puccini

Per la Stagione 18/19 il Giovanni da Udine propone due classici intramontabili

Si parte con l’immortale opera di ispirazione biblica nell’applaudito allestimento appena andato in scena a Trieste. Solisti di spessore internazionale, Orchestra e Coro della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste saranno diretti dal Maestro Christopher Franklin. La regia è di Andrea Cigni ripresa da Danilo Rubeca, le scene imponenti di Emanuele Sinisi, i costumi di Simona Morresi. Maestro del Coro Francesca Tosi.

Udine – E’ tempo di grande lirica al Teatro Nuovo Giovanni da Udine: sabato 2 febbraio infatti, con inizio alle ore 20, il sipario si alzerà sul primo, attesissimo appuntamento operistico di stagione, il Nabucco di Giuseppe Verdi.

L’immortale capolavoro scritto su libretto di Temistocle Solera, primo dei numerosi trionfi che segnarono la sfolgorante carriera del Maestro di Busseto, è la quintessenza del dramma lirico: impossibile non ripensare alle sue indimenticabili arie e ai cori – primo fra tutti Va pensiero - divenuti simbolo, in pieno Risorgimento, del riscatto dalla vessante dominazione austriaca e ancor oggi massima espressione della tradizione musicale italiana. «Con quest’opera si può dire veramente che abbia principio la mia carriera artistica» – scrisse Verdi, testimoniandone il profondo amore e l’assoluta aderenza artistica.  Un autentico riscatto, dunque, per il compositore dopo un periodo buio segnato da profondi insuccessi e lutti (il fiasco di Un giorno di regno e la morte dell’adorata moglie Margherita): dalla sera del debutto, il 9 marzo 1842 al Teatro alla Scala, il Nabucco partì alla conquista dei cuori di tutti gli italiani e del mondo intero cambiando per sempre la storia della lirica.

Un grande classico di ispirazione biblica, dunque, quello proposto al pubblico del Giovanni da Udine, che rifulgerà nuovamente nella sua immutata bellezza fatta di meravigliose melodie, scenografie e costumi imponenti. L’allestimento è il medesimo andato in scena con grande successo al Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, con un cast di solisti di spessore internazionale quali il baritono Giovanni Meoni (Nabucco), il soprano Amarilli Nizza (Abigaille) e il basso Nicola Ulivieri (Zaccaria).

Interprete del repertorio belcantistico belliniano e donizettiano, Giovanni Meoni si è poi avvicinato al repertorio verdiano, nel quale ha trovato la sua naturale collocazione e dove raggiunge la massima espressione, eccellendo in particolar modo nei grandi ruoli di "baritono nobile". Ha collaborato con importanti direttori d’orchestra, esibendosi sui principali palcoscenici del modo, dal Met di New York, al Wiener Staatsoper, dalla Deutsche Oper al Liceu di Barcellona, dall’NCPA a Pechino al Bolshoi di Mosca, a molti altri. In Italia si è esibito al Regio di Torino, alla Fenice di Venezia, al Maggio Musicale di Firenze, all’Opera di Roma e all’Arena di Verona.

Il podio sarà tutto di Christopher Franklin, direttore statunitense e italiano d’adozione già ospite dei principali teatri Lirici e festival musicali, chiamato a condurre l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste. Maestro del Coro Francesca Tosi.

L’allestimento luminoso, raffinato e di alto valore evocativo è del Teatro Ponchielli di Cremona, in coproduzione con il Teatro Grande di Brescia e il Teatro Fraschini di Pavia: ogni colore, luce, oggetto e costume ha non soltanto valore funzionale e ambientale ma racconta nel profondo le storie umane dei protagonisti. La regia è di Andrea Cigni ripresa da Danilo Rubeca, le scene di Emanuele Sinisi, i costumi di Simona Morresi.

Anticiperà l’atteso appuntamento musicale la consueta anteprima riservata alle scuole venerdì 1° febbraio con inizio alle ore 10.

Dopo Nabucco, la grande lirica tornerà al Teatro Nuovo il 31 maggio con un’altra intramontabile opera, Madama Butterfly di Giacomo Puccini.

Biglietteria del Teatro aperta dalle 16.00 alle 19.00 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi). L’acquisto dei biglietti è possibile anche online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it, nei punti vivaticket e, il mercoledì dalle 10 alle 13.00, al punto vendita alla Libreria Feltrinelli di Udine (Galleria Bardelli). Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.

 

sabato 2 febbraio 2019 - ore 20.00

venerdì 1 febbraio 2019 - ore 10.00 (recita riservata alle scuole)

TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE

Via Trento, 4 – UDINE

NABUCCO

dramma lirico in quattro parti di Temistocle Solera
dal dramma Nabuchodonosor di Auguste Anicet-Bourgeois e Francis Cornu
e dal ballo Nabuccodonosor di Antonio Cortesi

Ed. musicali E. F. Kalmus & Co., New York

musica di Giuseppe Verdi

maestro concertatore e direttore Christopher Franklin
maestro del coro Francesca Tosi

regia Andrea Cigni

ripresa da Danilo Rubeca

Direttore d'orchestra Christopher Franklin

Nabucco Giovanni Meoni
Abigaille Amarilli Nizza
Ismaele Riccardo Rados
Zaccaria Nicola Ulivieri
Fenena Aya Wakizono
Abdallo Andrea Schifaudo
Anna Rinako Hara
Il Gran Sacerdote di Belo Francesco Musinu

scene Emanuele Sinisi

costumi Simona Morresi

assistente ai costumi Veronica Pattuelli

disegno luci Fiammetta Baldiserri

allestimento Teatro Ponchielli di Cremona

in coproduzione con Teatro Grande di Brescia e Teatro Fraschini di Pavia

Orchestra, Coro e Tecnici della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

PRODUZIONE: FONDAZIONE TEATRO LIRICO GIUSEPPE VERDI DI TRIESTE

domenica 27 gennaio 2019
arrow
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Cliccando sul tasto "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto