Strauss Festival Orchester Wien
Musica domenica 31 dicembre 2017 ore 18:00 fuori abbonamento

STRAUSS FESTIVAL ORCHESTER WIEN

PETER GUTH

direttore

HILA FAHIMA

soprano


fuori abbonamento

Ballo alla corte di Vienna

Hila Fatima soprano

Peter Guth direttore

JOHANN STRAUSS (1825 – 1899) Direttore musicale del Ballo di Corte dal 1863 al 1870
Ouverture dall’operetta Prinz Methusalem (Principe Matusalemme) (1877)
Electrophor Polka schnell op. 297
«Spiel‘ ich die Unschuld vom Lande»
couplet di Adele dall’operetta Die Fledermaus (Il pipistrello)

JOSEPH LANNER (1801 - 1843) Direttore musicale del Ballo di Corte dal 1829 al 1834
Hofball - Tänze Walzer op. 161

JOHANN STRAUSS VATER (1804 - 1849) Direttore musicale del Ballo di Corte dal 1835 al 1849
Sperl - Galopp op. 42

JOHANN STRAUSS
Accelerationen Walzer op. 234

FRANZ VON SUPPÉ (1819 - 1895)
Boccaccio - Marsch dall’operetta Boccaccio

GIACOMO PUCCINI (1858 - 1924)
«Quando m’en vo» Walzer di Musetta dall’opera La Bohème

ROBERT STOLZ (1880 - 1975)
UNO – Marsch (Marcia delle Nazioni Unite) op. 1275

FRANZ LEHÁR (1870 - 1948)
«Ich bin verliebt» dall’operetta Schön ist die Welt (Il mondo è meraviglioso)

JOHANN STRAUSS
An der schönen blauen Donau, Walzer op. 314 (150° anniversario della prima esecuzione mondiale, 1867)
Bacchus – Polka op. 38

CARL MICHAEL ZIEHRER (1843 - 1922), ultimo Direttore musicale del Ballo di Corte, dal 1908 al 1918
Wiener Bürger Walzer op. 419

JOSEF STRAUSS (1827 - 1870)
Feuerfest Polka française op. 269

EDUARD STRAUSS (1835 – 1916), Direttore musicale del Ballo di Corte dal 1871 al 1901
Mit Extrapost Polka schnell op. 259

JOHANN STRAUSS
Frühlingsstimmen Walzer für Gesang op. 410

Dirigere suonando il violino, trascinando musicisti e pubblico nella tradizione di Johann Strauss, lo ha reso famoso a livello internazionale; ovunque Peter Guth si esibisca, trasmette la gioia della musica. Come direttore ospite ed esperto ricercatore della musica viennese, invitato da un centinaio di orchestre sinfoniche rinomate (Royal Philharmonic Orchestra di Londra, NHK Symphony Orchestra di Tokyo, San Francisco Symphony, Tonhalle di Zurigo, English Chamber Orchestra, Virtuosi di Mosca…) e da festival importanti, ha fatto una straordinaria carriera internazionale.
La Strauss Festival Orchestra di Vienna, da lui fondata nel 1978, grazie a tournée in tutto il mondo e a registrazioni di CD e DVD è riconosciuta come l’ensemble per eccellenza della musica viennese. Applausi entusiasti sono tributati ogni anno a Peter Guth e i suoi colleghi al Wiener Konzerthaus, in occasione del concerto di Capodanno, in Asia (Giappone, Corea del Sud, Cina, Taiwan) e più recentemente in Russia e in Europa orientale.
Guth è stato direttore musicale del primo Festival dell’Operetta Viennese in Giappone, ha diretto concerti di Capodanno nella Suntory Hall di Tokyo e nuove produzioni di operette in importanti teatri d'opera internazionali. È apparso più volte al Lincoln Center di New York e alla Los Angeles Walt Disney Concert Hall per la serie nordamericana di concerti con tema “Saluti da Vienna”.
Quale interprete della musica di Johann Strauss è ospite anche a Mosca nella Sala Grande del Conservatorio, nel rinomato International Performing Arts Center, Dom Musiki, e per l'apertura delle Giornate di Vienna, nei concerti con la St-Petersburger Philharmonie, o al Festival estivo “Der Große Walzer” del Museo Eremitage. Nel 2007 Peter Guth è stato nominato primo direttore ospite del teatro nazionale della commedia musicale di San Pietroburgo dove, oltre a numerose nuove produzioni di operette, ha diretto importanti serate di gala con stars internazionali; con I Virtuosi di Mosca di Vladimir Spivakov collabora dal 2012 e tiene regolarmente concerti a Mosca e in numerose città russe.
Dopo la sua formazione presso l’Accademia di Musica e Spettacolo di Vienna, Peter Guth ha studiato per tre anni con David Oistrach. Il suo lavoro pedagogico, le sue pubblicazioni sulla moderna metodologia del violino, l’impegno attivo per la nuova musica, così come il suo ruolo di primo Konzertmeister nella RSO di Vienna, completano il quadro di questo notissimo e versatile artista austriaco. Nel 2006 ha ricevuto la Medaglia d'Oro del Land di Vienna.

Il soprano di coloratura israeliano Hila Fahima si è laureata alla Jerusalemer Rubin Academy for Music and Dance con Agnes Massini. Ha debuttato al New Israeli Opera Studio con Alice nel paese delle meraviglie di David Seba. Nel 2010 Hila Fahima ha vinto il primo premio al Concorso europeo Debut e nel 2013 il primo premio al Concorso internazionale Stella Maris Vocal Competition; nello stesso anno, ha vinto il secondo premio al Concourse International de Chant de Toulouse. Nel periodo 2010-2013 ha fatto parte dell'ensemble della Deutsche Oper Berlin, che l’ha vista in ruoli quali la Regina della Notte nel Flauto magico, Ninetta in Die Liebe zu den drei Orangen, Nannetta in Falstaff, Najade in Ariadne auf Naxos, Semele in Die Liebe der Danae e Ruggiero in Tancredi. Dal 2013 l’artista è membro dell'ensemble della Wiener Staatsoper; dove ha interpretato Gilda nel Rigoletto, Eudoxie in La Juive, Zerbinetta in Ariadne auf Naxos, Oscar in Un ballo in maschera, Sophie nel Werther, Servilia in La Clemeca di Tito, Fiakermilli in Arabella, Nanetta in Falstaff e Sidonie in Armide. Recentemente Hila Fahima ha debuttato al Theater du Capitole de Toulouse come Blonde ne Il ratto dal serraglio e al Teatro di Basilea come Giunia in Lucio Silla per una produzione di Hans Neuenfels. Inoltre ha cantato la Regina della notte del Flauto magico al Teatro dell'Opera di Graz, alla Waldbühne Berlin, alla Deutschen Oper Berlin e all’Aalto-Musiktheater Essen. Alla New Israeli Opera di Tel Aviv, ha cantato Amore in Orfeo ed Euridice, Oscar in Un ballo in maschera, e Gilda nel Rigoletto. Altri spettacoli hanno portato Hila Fahima al Glyndebourne Festival e al Prager Frühlings Musikfestival. Di particolare importanza il ruolo del giovane pastore in una performance concertante di Tannhäuser al BBC Proms con la BBC Scottish Symphony Orchestra, e la partecipazione al “Palco dei giovani”, una serie con la NDR Radiophilharmonie. Hila Fahima lavora regolarmente con direttori quali Zubin Mehta, Donald Runnicles, Adam Fischer, Marc Minkowski, Kazushi Ono, Andrew Litton, David Stern, Enrique Mazzola, Ulf Schirmer, Steven Sloane, Jesús López-Cobos, Stefan Soltesz, Marco Amiliato, Dan Ettinger e Alberto Zedda.

 Un turbinio di vivaci e leggeri ritmi di danza, valzer e polke capaci di incantare il pubblico ad ogni latitudine, la più spumeggiante delle orchestre e la splendida voce del soprano Hila Fahima: c’è tutto quello che serve per accogliere con i più festosi auguri l’arrivo del 2018! Ritorna, per l’attesissimo concerto di fine anno, l’effervescente, trascinante Strauss Festival Orchester Wien, protagonista di una tradizione musicale gioiosa e spensierata che non ha eguali al mondo. Il podio sarà affidato al grande Peter Guth, musicista di fama internazionale e storico fondatore della formazione tradizionalmente di casa sul nostro palcoscenico.

Prosegue la collaborazione tra Biblioteca Civica Joppi – Sezione Musica e Teatro Nuovo Giovanni da Udine.

Clicca qui per consultare i suggerimenti sul programma del concerto selezionati dal ricco patrimonio della Biblioteca Civica

 
 

BIGLIETTI

Intero Ridotto Giovani
Platea € 32,00 € 29,00 € 16,00
Prima galleria € 26,00 € 23,00 € 14,00
Seconda galleria € 20,00 € 18,00 € 11,00
Terza galleria € 18,00 € 16,00 € 10,00
biglietti

biglietteria

tel. 0432-248418

Tags

Strauss
arrow
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Cliccando sul tasto "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto