Filarmonica della Scala, variazione di programma e solista per il concerto di sabato 27 maggio

Filarmonica della Scala, variazione di programma e solista per il concerto di sabato 27 maggio
Variazione di programma e solista per l’ultimo concerto della ventesima stagione di musica del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, che sabato 27 maggio, con inizio alle ore 20.45, vedrà sul podio uno dei massimi direttori viventi, Myung-Whun Chung, dirigere l’Orchestra Filarmonica della Scala.
La violoncellista argentina Sol Gabetta, che come annunciato avrebbe dovuto eseguire il Concerto in si minore per violoncello e orchestra op. 104 di Antonín Dvořák, ha infatti annullato la propria esibizione dal vivo per l’approssimarsi della maternità.
Il ruolo di solista, in accordo con la direzione artistica dell'Orchestra Filarmonica della Scala ed il maestro Chung, sarà affidato al talentuosissimo violinista armeno Sergey Khachatryan, al suo secondo passaggio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine dopo lo strepitoso concerto del giugno 2015, che lo aveva visto esibirsi accanto alla San Francisco Symphony Youth Orchestra diretta da Donato Cabrera.
Variato di conseguenza anche il programma della serata, che prevedrà dunque nella prima parte l’Ouverture da Der Freischütz di Carl Maria von Weber e quindi il Concerto per violino e orchestra n.1 in sol minore op.26 di Max Bruch. In chiusura, si conferma invece l’esecuzione della sinfonia “classica” per eccellenza, la Quinta di Ludwig van Beethoven.

Nato a Yerevan, in Armenia, Sergey Khachatryan ha vinto nel 2000 il Primo Premio al concorso internazionale Jean Sibelius di Helsinki diventando il più giovane vincitore di sempre nella storia di questo prestigioso riconoscimento. Nel 2005 si aggiudica il Primo Premio al Concorso Queen Elisabeth di Bruxelles. Da qui decolla la sua carriera internazionale, che lo vede al fianco delle migliori orchestre europee e americane. Ricordando soltanto le ultime stagioni, ha suonato con i Berliner Philharmoniker, l’Orchestre National de France, London Symphony, London Philharmonic, Philharmonia Orchestra, NHK Symphony, Sydney Symphony e la Melbourne Symphony, la New York Philharmonic, la Boston Symphony, Philadelphia Orchestra, Cleveland Orchestra e la San Francisco Symphony, i Wiener Philharmoniker.  Khachatryan si esibisce con un violino Guarneri “Ysaye” del 1740.

Pubblicato giovedì 30 marzo 2017

facebook twitter google pinterest